NASCITA DI una associazione

L’associazione è formata da un gruppo di persone che, in base a delle regole da loro definite e servendosi di una stabile organizzazione (non professionale), decide di unirsi per perseguire uno scopo comune, solitamente altruistico o a beneficio della collettività. La principale caratteristica di un’associazione è che non svolge, almeno in prevalenza, un’attività commerciale finalizzata al perseguimento di un utile, ma ha come scopo lo svolgimento di attività no profit per soddisfare bisogni socialmente rilevanti.

Per costituire e aprire un'associazione è necessario adempiere ad una serie di obblighi burocratici e conoscere le principali fonti legislative in merito all’associazionismo.

In questa sezione abbiamo raccolto le più importanti per aiutarti nel processo di costituzione.

Nascita di una Associazione - associazioneincloud
shadow - AssociazioneInCloud - Piattaforma software per Associazioni

LE Leggi

shadow - AssociazioneInCloud - Piattaforma software per Associazioni
  • 1. ARTICOLO 18 DELLA COSTITUZIONE ITALIANA

    L'art. 18 definisce chiaramente la libertà di associazione, cit. " I cittadini hanno diritto di associarsi liberamente, senza autorizzazione, per fini che non sono vietati ai singoli dalla legge penale. Sono proibite le associazioni segrete e quelle che perseguono, anche indirettamente, scopi politici mediante organizzazioni di carattere militare. "

  • 2. RICONOSCIMENTO GIURIDICO

    Per essere riconosciute ai fini legali e avere accesso ad agevolazioni e finanziamenti, le associazioni devono dotarsi di un organismo di controllo e gestione, definire uno statuto e richiedere l'attribuzione di un codice fiscale, a questo punto la nostra associazione che ha definito i propri scopi attraverso lo statuto può operare liberamente ed essere legalmente costituita con la registrazione di un atto.

  • 3. COSTITUZIONE DELL'ASSOCIAZIONE

    Il primo atto fondamentale per la costituzione dell’associazione è la redazione dell’atto costitutivo: si tratta di un documento tramite il quale i soci fondatori, riuniti in assemblea, manifestano e sanciscono la loro volontà di associarsi per perseguire finalità condivise. Nell'atto costitutivo va specificato inoltre data e luogo di costituzione, denominazione ed i dati anagrafici dei soci fondatori. L'Assemblea provvede quindi alla nomina del consiglio direttivo e del Presidente che deve provvedere agli adempimenti di legge per dar vita alla nuova nata.

  • 4. REGOLARIZZAZIONE ALLE ISTITUZIONI

    La legge non richiede che l’atto costitutivo e lo statuto siano redatti in qualche forma particolare e nemmeno che siano registrati. Tuttavia, la registrazione dello statuto è necessaria se un ente vuole procedere con l’iscrizione ai registri regionali o comunali o vuole ottenere la qualifica di ONLUS in base al D.Lgs. 460/97 e ancor più, qualora l’associazione volesse richiedere l’attribuzione di personalità giuridica. È compito quindi del Presidente registrare entro 20 giorni l’atto di costituzione presso l’Agenzia delle Entrate, dove dovrà fare anche richiesta del codice fiscale ed eventualmente della partita Iva qualora si voglia svolgere un’attività commerciale (che comunque deve rimanere non prevalente). Entro 60 giorni dalla costituzione dell’associazione si dovrà tramettere per via telematica il modello EAS (art.30 legge 2/2009). Successivamente è possibile iscriversi in modo facoltativo ad albi e registri.

  • 5. COSTI DI REGISTRAZIONE

    I costi di registrazione variano a seconda del tipo di associazione che è stata costituita. Le organizzazioni di volontariato pagano normalmente solo i diritti di segreteria, le ONLUS anche le tasse di registro, le APS (Associazioni di Promozione Sociale) e tutte le altre forme pagano anche i bolli previsti dalla legge.

  • 6. LO STATUTO

    Lo statuto di un’associazione, da allegare all'atto costitutivo, è un documento fondamentale che rappresenta l'insieme di norme che regolano tutta la vita dell'associazione; questo deve contenere alcuni elementi fondamentali:

    - il nome e la sede legale;

    - le finalità perseguite e le attività che possono essere svolte;

    - gli organi di gestione dell'associazione e le regole di funzionamento ed elezione;

    - i diritti ed i doveri dei singoli associati ed i compiti dell'assemblea dei soci;

    - le modalità con cui l'associazione può raccogliere fondi e come questi possono essere utilizzati;

    - le modalità di scioglimento dell'associazione.

  • 6.1. LO STATUTO - LO SCOPO DELL'ASSOCIAZIONE

    Lo scopo di un organizzazione deve essere definito in modo chiaro ed indissolubile, specificando l'assenza di scopi di lucro o di divisione di utili tra i soci. Bisogna portare particolare attenzione alla definizione di attività principale, questo infatti rappresenta il primo elemento di prova della non commercialità dell'ente dal punto di vista fiscale. La definizione di scopo sociale deve essere tale da individuare l'attività svolta, senza precludere la possibilità di estendere ulteriormente le aree di intervento successive.

  • 6.2 LO STATUTO - DEFINIZIONE DEI SOCI

    L’associazione è aperta a tutti e non è possibile discriminare la possibilità di iscrizione alla stessa, fatta esclusione per la eventuale personalizzazione dei criteri di selezione. Lo statuto deve prevedere i diritti ed i doveri di ogni socio e le procedure che verranno attuate per la conferma o l'esclusione.

  • 6.3 STATUTO - DEFINIZIONE DI ORGANI SOCIALI

    L’Assemblea dei soci è l'organo sovrano ed costituita da tutti i soci in regola con il pagamento della quota. Può essere Ordinaria o Straordinaria: la prima tipologia rimanda ad approvazioni di bilancio, a direttive generali sull'Associazione, la nomina del Consiglio direttivo, Presidente e Vicepresidente, Collegio dei revisori dei conti, l'approvazione dei Regolamenti delle attività e quanto demandato dallo statuto. Quella straordinaria è indetta invece nei casi di discussione di modifiche all'atto costitutivo o Statuto, lo scioglimento della stessa e la nomina di liquidatori. In prima convocazione si intendono regolari se sono presenti almeno la metà dei soci, in seconda qualsiasi sia il numero degli intervenuti. Per le modifiche statutarie occorre la presenza di almeno tre quarti degli associati ed il voto della maggioranza dei presenti.

     

    Il Consiglio direttivo composto da un numero di soci stabiliti nello statuto, amministra l'ente secondo i poteri definiti nello statuto stesso. Il Collegio dei Revisori dei conti è nominato dall'Assemblea dei soci e svolge le attività di controllo.

  • 6.4 STATUTO - PATRIMONIO, ENTRATE, ESERCIZIO SOCIALE

    Il Patrimonio Sociale è composto dal fondo di dotazione iniziale versato dai soci fondatori, dai beni mobili ed immobili che diverranno proprietà dell'ente, dai contributi versati dai soci e da eventuali fondi di riserva costituiti da avanzi di bilancio o da attività svolte. Il fondo non è divisibile tra i soci ed in caso di scioglimento esso dovrà essere devoluto ad un’altra associazione con lo stesso scopo. L'esercizio finanziario può essere adeguato alle necessità dell'ente ma deve obbligatoriamente durare 12 mesi e si consiglia di farlo coincidere con l'anno solare. Qualunque sia l'esercizio di riferimento, lo statuto deve prevedere la redazione di un bilancio economico e finanziario di gestione, che deve essere approvato entro 4 mesi dalla chiusura di ogni esercizio secondo quanto definito da D.L. 460/97 e art.2364 c.2 del c.c.

Entra nel mondo Gas.Net Group.

La Rete di Aziende che creano soluzioni innovative.

Entra nel mondo di Gas.Net Group

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai gli aggiornamenti del software e contenuti speciali.

NEWSLETTER - Iscriviti alla newsletter di AssociazioneInCloud
AssociazioniAmiche.org

ASSOCIAZIONI AMICHE

AssociazioneInCloud é affiliata alla rete AssociazioniAmiche.org

#associazioneincloud by D.N.A. Azienda - Distribuito da Gas.Net Group srl - Via Roma, 1  Tribano (PD)

Tel. 049 5384759 - P.Iva e Cod. Fiscale: 03306860283  |  Web & Graphic by Labquadro.net  |  Privacy Policy