NOVITà per le ASSOCIAZIONI

Legge di Stabilità - AssociazioneInCloudNuove modalità di pagamento delle erogazioni liberali per le Onlus e per le associazioni

 

La Legge annuale sulla concorrenza ed il mercato 2017 di recente è stata approvata ed al suo interno ha delle novità, tra cui: le modalità di pagamento valide ai fini delle erogazioni liberali destinate a ONLUS e alle associazioni e fondazioni.

Le erogazioni liberali destinate alle:

 

  • Organizzazioni senza scopo di lucro di natura privata di cui all’articolo 10 del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460 e successive modificazioni, alle associazioni di promozione sociale iscritte nei registri di cui all’articolo 7 della legge 7 dicembre 2000, n.383
  • Alle associazioni e fondazioni riconosciute, che operano nei settori di cui al citato articolo 10, comma 1 e lettera a del decreto legislativo 4 dicembre 1997, n. 460 possono essere effettuate tramite credito telefonico.

 

L’utente che vuole usufruire di tali modalità di pagamento, deve conoscere, durante l’operazione di acquisto, se il proprio credito telefonico sia sufficiente.

Legge di Stabilità - AssociazioneInCloudLegge di stabilità 2016

 

Reddito atleti professionisti

 

Si provvede alla abrogazione del comma 4-bis, articolo 51 del Tuir: in questo modo si esclude dal reddito da lavoro dipendente, per gli atleti professionisti, una quota del costo dell’attività di assistenza sostenuto dalle società sportive, nell’ambito delle trattative relative alle prestazioni sportive degli stessi atleti.

Legge di Stabilità - AssociazioneInCloudLegge di stabilità 2016

 

Canone agevolato

 

Viene estesa alle associazioni sportive dilettantistiche la possibilità di ottenere in concessione, ovvero in locazione a canone agevolato, beni immobili dello Stato, gestiti dall’Agenzia del Demanio. Questa estensione si applica alle associazioni che non abbiano fini di lucro, che siano affiliate alle federazioni sportive nazionali o agli enti nazionali di promozione sportiva riconosciuti dalla vigenti leggi e che svolgano attività sportiva dilettantistica come definita dalla normativa regolamentare degli organismi affilianti. Dalla lettura del nuovo comma 1 dell’articolo 11 del d.p.r. 296/2005 si evince che tra i soggetti ammessi alla concessione in uso e in locazione dei beni immobili appartenenti allo Stato non rientrano le associazioni sportive dilettantistiche affiliate a Discipline Sportive Associate. Questo poiché le Discipline Sportive Associate hanno carattere ludico-ricreativo e non sono ancora riconosciute come sport olimpico.

La concessione può infatti avvenire solo per finalità di interesse pubblico connesse all’effettiva rilevanza degli scopi sociali perseguiti in funzione e nel rispetto delle esigenze primarie della collettività e in ragione dei principi fondamentali costituzionalmente garantiti, a patto che le associazioni si facciano carico dei relativi oneri di manutenzione ordinaria e straordinaria.

Legge di Stabilità - AssociazioneInCloudLegge di stabilità 2016

 

Redditi dei soci di cooperative artigiane

 

Ai fini IRPEF, viene assimilato ai redditi di lavoro dipendente, il reddito dei soci delle cooperative artigiane che hanno un rapporto di lavoro in forma autonoma.

 

La disposizione specifica tuttavia che il trattamento previdenziale dei medesimi soggetti rimanga quello attualmente vigente.

Legge di Stabilità - AssociazioneInCloudLegge di stabilità 2016

 

Limiti dell'uso per il contante

 

Per le associazioni può essere anche utile sapere che, grazie alla Legge di Stabilità, è stato alzato da 1.000 a 3mila euro il limite per utilizzare i contanti.

shadow - AssociazioneInCloud - Piattaforma software per Associazioni
Riforma Terzo Settore - Punti di discussione - Consultazione pubblica sulle Riforme Costituzionali - associazioneincloud
shadow - AssociazioneInCloud - Piattaforma software per Associazioni

LA LeggE di stabilità 2015 per le associazioni

shadow - AssociazioneInCloud - Piattaforma software per Associazioni
  • 1. DONAZIONI ALLE ONLUS

    La legge di stabilità entrata in vigore il 1 Gennaio 2015 aveva previsto una detrazione del 26% per le donazioni alle ONLUS, valida per importi fino a 30.000 euro (precedentemente il limite era di 2.065 euro ).

     

    Le donazioni alle ONLUS vengono quindi conformate secondo la normativa già esistente per le donazioni verso i partiti politici.

  • 2. AUMENTO TASSAZIONE PER LE FONDAZIONI BANCARIE

    Per le fondazioni bancarie è stata aumentata la tassazione sui dividendi percepiti, salendo al 27,5% rispetto al 5% riservato ai soggetti privati profit.

  • 3. BUDGET TERZO SETTORE

    Lo stanziamento per il fondo alle politiche sociali è rimasto invariato a 300 milioni. Sono state invece variate le quote per lo stanziamento dei fondi ai minori non accompagnati salito di 12,5 milioni e i fondi destinati al rilancio dei sistemi territoriali dei servizi socio-educativi per la prima infanzia passati a 100 milioni.

    I finanziamenti per le imprese sociali e il Servizio Civile si sono attestati sui 50 milioni.

  • 4. CINQUE PER MILLE

    Si è previsto uno stanziamento di 500 milioni di euro come richiesto dalle associazioni no-profit, che permetterà di non trasformarsi in un 3 per mille o in un 4 per mille. Vai all’approfondimento sulla tematica del 5x100. APPROFONDISCI!

  • 5. CURA DELLE PATOLOGIE DA DIPENDENZA DAL GIOCO D'AZZARDO

    La stesa legge di stabilità 2015 ha previsto, per la prima volta in Italia, uno stanziamento di 50 milioni di euro per la cura delle patologie riguardanti la dipendenza dal gioco d'azzardo (GAP ovvero Gioco d'Azzardo Patologico).

RIFORMA TERZO SETTORE: PUNTI DI DISCUSSIONE

shadow - AssociazioneInCloud - Piattaforma software per Associazioni
  • 1. RIFORMA CODICE CIVILE SUL TERZO SETTORE

    E' in atto una discussione sulla riforma del codice civile per il riordino delle normative sul terzo settore, alcuni punti in discussione saranno:

    • Regime di contabilità separata tra attività istituzionale e imprenditoriale
    • Strutturare la governance in modo tale che sia affermato il principio democratico e partecipativo negli organi sociali
    • Rimodulazione dei requisiti sostanziali degli enti no profit ed eventuali limitazioni di attività
    • Obblighi di trasparenza e di comunicazione rivolti all'esterno
    • Controllo e accertamento dell'autenticità delle attività realizzate
    • Saranno discussi i criteri per la gestione economica degli enti no profit sempre in ottica trasparenza
  • 2. AGGIORNAMENTO NORMATIVE SUL VOLONTARIATO

    La discussione invece sulle normative riguardo al volontariato prevedrà invece sostanzialmente:

    • Formazione della cittadinanza sul volontariato, nelle scuole
    • Istituzione registro nazionale delle associazioni, riorganizzazione dell'Osservatorio Nazionale
    • Maggiore trasparenza nell'affidamento in convenzione dei servizi al volontariato
    • Riduzione della burocrazia
  • 3. REVISIONE NORMATIVE SULLE ASSOCIAZIONI DI PROMOZIONE SOCIALE

    Anche questi punti sono attualmente in discussione in Parlamento e all'interno del Governo, dalle linee guida emanate si evince che le normative saranno riviste per:

    • Razionalizzare le modalità di iscrizione ai registri
    • Ridefinire l'Osservatorio Nazionale dell'Associazionismo
    • Migliorare la selezione dei progetti di formazione e sviluppo tramite nuove modalità di selezione
    • Uniformare il regime delle agevolazioni fiscali, facilitando le associazioni con il riassetto delle normative
  • 4. ISTITUZIONE DI UNA AUTORITY DEL TERZO SETTORE

    Istituzione di un'Authority del terzo settore e coordinamento tra la disciplina civilistica, le singole leggi speciali e la disciplina fiscale, con la redazione di un testo unico del terzo settore.

  • 5. INCENTIVI A FAVORE DELLE IMPRESE SOCIALI

    Introduzione di incentivi per la libera scelta dell'utente a favore delle imprese sociali mediante deduzioni, detrazioni fiscali o voucher.

  • 6. EROGAZIONE SERVIZI SOCIALI

    Revisione dei requisiti per ottenere l'autorizzazione all'erogazione di servizi sociali.

  • 7. IMPRESA SOCIALE

    • Rendere obbligatoria l'assunzione dello status di impresa sociale per le organizzazioni che ne hanno le caratteristiche
    • Ampliamento delle materie che definiscono l'attività di impresa sociale
    • Ampliamento delle categorie di lavoratori svantaggiati
    • Limitazione capitale sociale
    • Semplificazione delle modalità di presentazione bilancio sociale
  • 8. SERVIZIO CIVILE UNIVERSALE

    • Garanzia di finanziamento progetti per 100.000 giovani l'anno per i primi tre anni
    • Tempi di servizio in linea con le esigenze della società (8 mesi eventualmente prorogabili di altri 4)
    • Permesso agli stranieri di potervi accedere
    • Benefit per i volontari (crediti, tirocini, riconoscimento competenze)
    • Possibilità di svolgere un periodo all'estero
  • 9. AMPLIAMENTO SOSTEGNO

    • Riordino normative per quanto concerne la fiscalità
    • Potenziamento del 5 per mille
    • Promozione dei titoli di solidarietà
    • Allargamento platea beneficiari dell'equity crowfunding oltre le sole start-up
    • Voucher Universale per servizi alla persona e alla famiglia
    • Sostegno della finanza etica
    • Assegnazione facilitata degli immobili inutilizzati alle organizzazioni del terzo settore (soprattutto per i beni confiscati)

Entra nel mondo Gas.Net Group.

La Rete di Aziende che creano soluzioni innovative.

Entra nel mondo di Gas.Net Group

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

Riceverai gli aggiornamenti del software e contenuti speciali.

NEWSLETTER - Iscriviti alla newsletter di AssociazioneInCloud
AssociazioniAmiche.org

ASSOCIAZIONI AMICHE

AssociazioneInCloud é affiliata alla rete AssociazioniAmiche.org

#associazioneincloud by D.N.A. Azienda - Distribuito da Gas.Net Group srl - Via Roma, 1  Tribano (PD)

Tel. 049 5384759 - P.Iva e Cod. Fiscale: 03306860283  |  Web & Graphic by Labquadro.net  |  Privacy Policy