Da uno studio su 800 organizzazioni si evince che:

  • il 63% ha una pagina Facebook,
  • il 32% ha aperto un canale su Youtube,
  • il 24% ha un account su Twitter.

Senza contare che le associazioni che vantano migliaia di follower nella loro pagina FB o su Twitter, hanno un engagement (ossia la capacità di creare una reazione – mettere “Mi Piace” o condividere un post – da parte degli utenti) molto basso.

La maggior parte delle organizzazioni utilizza il mondo dei social per raccogliere fondi, più che per mostrare il loro operato. Soprattutto su Facebook è sempre più frequente l’utilizzo del bottone “Fai una donazione”.

I social network sono uno strumento molto importante che, se utilizzato con ingegno, può aiutare le associazioni a farsi conoscere mostrando il loro lavoro e a trovare soci e donatori, raggiungendo un pubblico sempre più vasto.